Dacia Maraini

Nata a Firenze è scrittrice, poetessa, saggista, drammaturga e sceneggiatrice. Primogenita dello scrittore ed etnologo toscano di origini ticinesi Fosco Maraini,e di Topazia Alliata di una antica famiglia aristocratica siciliana, ha trascorso parte dell’infanzia in Giappone (1939-1946). È stata compagna dello scrittore Alberto Moravia, con cui ha vissuto dal 1963 al 1976. Esordisce giovanissima, con il romanzo La vacanza (1962). Seguono L’età del malessere (1963), A memoria (1967), Memorie di una ladra (1972) e Donna in guerra (1975). Nel 1973 fonda a Roma, con Maricla Boggio,Anna Piccioni, Annabella Cerliani, il Teatro della Maddalena, gestito e diretto soltanto da

  donne. Ha scritto più di sessanta testi teatrali, tra cui: Manifesto dal carcere e Dialogo di una prostituta con un suo cliente, tradotto e rappresentato in 10 paesi. Tra i suoi romanzi di maggiore successo: La lunga vita di Marianna Ucrìa (1990) ha avuto il premio Campiello nel 90, Voci (1994), Dolce per sé (1997), BUIO (1999) premio Strega. Nel 2001 pubblica La nave per Kobe. Diari giapponesi di mia madre. Tra le sue opere letterarie più recenti: L’amore rubato (2012), Chiara d’Assisi. Elogio della disobbedienza (2013), La bambina e il sognatore (2015) e Tre donne. Una storia d’amore e disamore (2017). Tra i numerosi premi di cui è stata insignita, oltre al Premio Campiello e al Premio Strega, il Premio Città di Bari e il Premio leopardiano La Ginestra (2007) Boccaccio, il premio città di Como, nonché il prestigioso premio dell’Ordine del Sol-Levante firmato dall’imperatore, . Nel 2005, l’Università degli studi dell’Aquila le ha conferito la laurea honoris causa in Studi teatrali. Altre due lauree honoris causa le ha ricevuti dalle università americane Middlebury e Cabot, Nel 2014 l’Università Bocconi di Milano, per iniziativa degli studenti, le ha riconosciuto il “Dante d’oro” per l’opera omnia. È direttrice artistica del festival di teatro e letteratura Il teatro sull’acqua di Arona. Nel 2018 è stata nominata presidente del comitato scientifico di Palermo Capitale italiana della cultura. È direttrice responsabile della rivista letteraria Nuovi Argomenti. Collabora con la rubrica IL SALE SULLA CODA al Corriere della sera. Abita a Roma ma appena può si ritira nella sua casa di Pescasseroli in Abruzzo per scrivere in tranquillità.